A+ R A-
Errore
  • Cannot retrive forecast data in module "mod_sp_weather".

Pitturare le miniature Subbuteo

Come creare un capolavoro? Come restaurare una vecchia squadra per poterla utilizzare ad un torneo? Di seguito una splendida descrizione di uno dei più bravi e precisi artisti dell' Oldsubbuteo Johan65 ci svela i trucchi e le tecniche per creare un capolavoro.....

DECOLORARE LE MINIATURE

cp01.jpg

per continuare clicca su "leggi tutto"

 

 

Smontare gli omini dalle basi con l’aiuto di un cutter; in questo caso sono moulded quindi lo smontaggio è assai semplice: basta par leva tra la base ed il foro dell’inner che si aprono con facilità.

 

cp02.jpg

Mettere gli omini e gli inner in ammollo in un piccolo recipiente sommersi da Mastro Lindo disincrostante. Dopo 3÷4 ore rimuovere con uno spazzolino da denti la vernice passando bene la miniatura sotto le ascelle ed in mezzo alle gambe per rimuovere gli accumuli di vernice; aiutarsi eventualmente con uno spillo. Si consiglia l’utilizzo di guanti in lattice durante tali operazioni in quanto il disincrostante è molto aggressivo sulla pelle.

cp03.jpg

Sciacquare bene gli omini e gli inner e lasciarli asciugare dopo averli passati delicatamente su uno straccio in cotone pulito. Nel caso di miniature nuove bianche da dipingere (tipo Top Spin, soccer 3D ecc...) metterli in ammollo in uno sgrassatore (va benissimo del Bref) per 5 minuti e poi sciacquarli bene. Questo per togliere i residui grassi di lavorazione o di maneggiamento successivo.
MAI mettere in ammollo le basi: per la pulizia delle basi utilizzare un piccolo cutter per rimuovere qualche residuo di vernice o un cotton fiocc leggermente immerso in acetone o trielina.

DIPINGERE LE MINIATURE

cp04.jpg

Dopo averli decolorati gli omini si presentano in questo stato; notate che la plastica non è tutta uguale: l’omino di DX ha una plastica più lucida e grigiastra mentre l’omino di centro (anche se in foto si vede poco) ha la plastica più ingiallita.

cp05.jpg

Ma prima di metter mano al pennello il consiglio è quello di effettuare approfondite ricerche su maglia, formazioni e giocatori (possibilmente trovare le foto dei singoli player in modo da personalizzarli il più possibile). Quindi un paio di stampe del materiale trovato che servano da guida durante i lavori.

cp06.jpg

La prima operazione di colorazione che effettuo è la pittura dell’inner: in questo caso sto dipingendo un Crystal Palace del 1976 che sarà montato su una base blu. Con il bianco lucido dell’Humbrol do una mano di colore su tutto l’inner. Il bianco lucido è abbastanza coprente non diluito e quindi basta una sola mano di colore. Nel caso di plastiche particolarmente ingiallite può essere necessario passare una seconda mano. Dopo 24 ore l’inner è maneggiabile e passo alla realizzazione delle righe trasversali che richiamano la maglia. L’ordine di pittura è dato considerando prima i colori chiari e poi quelli più scuri in questo caso prima il rosso poi il blu a distanza di 24 ore una dall’altra.

cp07.jpg

Dopo aver lasciato asciugare nuovamente il tutto per altre 24 ore passiamo alla divisa: sempre tenendo conto del fatto che le plastiche comunque sono leggermente difformi (ed utilizzando lotti di spares capita spesso) passo una mano di bianco opaco su tutta la divisa. Tale colore dell’Humbrol è abbastanza coprente ma può comunque essere necessario dare una seconda (ed a volte anche una terza) mano di colore per coprire eventuali macchie. Nel caso del portiere lw con plastica rosa sarà necessario dare 2/3 mani di bianco per coprire perfettamente il colore della plastica. Consiglio comunque di dare le mani di colore sempre molto leggere in modo da evitare accumuli.

SISTEMAZIONE E LUCIDATURA BASI

cp08.jpg

Nella pause per lasciare asciugare il colore passo alla sistemazione delle basi: smontate si presentano così, con parecchi residui di colla di cui molti dovuti ai precedenti possessori.

cp09.jpg

Con un cutter rimuovo il più possibile i vari residui di colla pulendo bene quello che sarà l’appoggio dell’inner

cp10.jpg

Una volte pulite colo nella base una goccia di colla vinilica che cospargo sulla rondella per fissarla meglio e pareggiare i residui di colla della rondella stessa. Nel caso qualche rondella fosse staccata la rifisso rapidamente con colla cianoacrilica a presa rapida prima di colare la colla vinilica.

cp11.jpg

Dopo 48 ore la colla vinilica è completamente asciutto e le basi si presentano così, pronte per essere lucidate.

cp12.jpg

Per la lucidatura delle basi utilizzo un comunissimo polish in crema.
Si passa la base calcando sul polish, spalmato su uno straccetto di lana o un dischetto di cotone, con movimenti circolari e successivamente la si lucida passandola più volte riducendo sempre di più la pressione su dell’ovatta asciutta. Io utilizzo quei dischetti in ovatta per trucco che si trovano in tutti i supermercati. Finita la lucidatura potete notare la differenza tra le due basi di sinistra (non lucidate) e quelle di destra (lucidate).

COMPLETAMENTO E RIFINITURA MINIATURE

cp13.jpg

Le operazioni sopradescritte di sistemazioni basi le effettuo nelle pausa tra una mano di colore e l’altro. Una volta finito il fondo della maglia passo all’applicazione dei numeri. In questo caso sono decal ma per numeri bianchi o neri utilizzo ancora i trasferibili da disegno. Prima della numerazione metto in fila tutti gli omini cercando di numerare i più alti come difensori.

cp14.jpg

Questa può sembrare una perdita di tempo ma comunque non tutte le miniature, soprattutto provenienti da vari lotti di spares, sono tutte alte uguali. Inoltre la numerazione mi serve come traccia per personalizzare fin da subito il giocatore nel caso abbia come abitudine di tenere la maglia fuori dai pantaloncini, abbia cavigliere o nastri sui calzettoni, oppure si debba intervenire sulla capigliatura limandola. Passo poi alla maglia, rispettando l’ordine: prima colori meno coprenti e poi quelli più coprenti. In questo caso ho fatto la riga rossa del Palace. Finite le righe intanto posso anche dipingere lo stemma, le scarpe ed i marchi sulle braghette.

cp15.jpg

Dopo 24 ore si può fare la riga blu. Questa maglia che all’apparenza appare semplice ma non più di tanto: la banda rosso/blu infatti incrocia i rilievi della maglietta rendendo così problematico riuscire a fare le righe dritte. Comunque un minimo di ondulazione non guasta anche perchè il fondo della maglia non è comunque liscio e quindi il movimento della riga da più realismo. Bisogna poi cercare di evitare le sbavature perchè correggere con il bianco colori scuri non è molto semplice (si rischiano accumuli di colore inestetici).

cp16.jpg

Asciugato il blu la maglia è quasi finita: manca ancora lo stemma sulla banda trasversale e qualche ritocco di bianco per coprire eventuali piccole imperfezioni. Dovendo coprire dei colori scuri prelevo una piccola quantità di bianco, la lascio asciugare per circa 10 minuti in modo che diventi più denso e coprente e poi lo passo sulle imperfezioni stando attento però a non creare accumuli o grumi. Poi passo a dipingere la marca sulle scarpette utilizzando un pennello 5 zero e colore abbastanza diluito. Dopo aver riassemblato basi e omini con colla vinilica passo alla colorazione della pelle: per il rosa utilizzo matt 61 un pelo diluito mentre per i giocatori di colori a seconda che siano mulatti o neri faccio il colore dosando rosso e verde per ottenere un colore più o meno scuro e possibilmente più attinente al giocatore

cp17.jpg

Il rosa è un colore che asciuga subito ma prima di fare le capigliature è meglio lasciarlo riposare per 24÷48 ore. Finite le capigliature la squadra è praticamente finita. Come colori per le capigliature utilizzo il matt 24 per i biondi, due tonalità di marrone per castani ed il nero. Bisognerà ora attendere minimo 3÷4 giorni prima di passare il fissativo opaco.

PROTETTIVO E FOTO DELLA SQUADRA

cp18.jpg

Per vedere se la squadra è venuta bene passo a fotografare le miniature. Questa operazione la faccio sempre prima di passare il protettivo. E’ consigliabile inoltre maneggiare le miniature indossando dei guanti in lattice o in cotone in modo da non sporcare le miniature stesse o apportare unto o tracce di sudore prima di dare il fissativo opaco.

cp19.jpg

Molte volte mi è capitato di notare imperfezioni o dimenticanze guardando le foto e quindi ho provveduto ai dovuti ritocchi. Una volta passato il protettivo il colore aggrappa meno alla miniatura e quindi le correzioni è consigliabile fare prima di dare il fissativo. Come protettivo e fissativo opaco utilizzo il Model Master: non occorre diluirlo ma va agitato molto bene prima dell’uso.
È molto “aggressivo” sulla vernice ed a volte può capitare che peli un po’ di colore (soprattutto il nero ed il rosa). Di protettivo ne do sempre e comunque più di 2 mani attendendo tra una mano e l’altra almeno 24 ore.
La squadra ora è finita e pronta per giocare.

Questa guida è stata gentilmente offerta da Johan65 (Il profeta del goal). Potete ammirare le sue squadre direttamente sul sito :  http://digilander.libero.it/profetadelgoal oppure sul forum nella sezione a lui dedicata.

Storia illustrata de...

Storia illustrata de...

Written By Super User on Mercoledì, 26 Febbraio 2014 16:32

"Quando ero bambino, non c'era da vergognarsi ad avere mal di schiena e ginocchia doloranti. Perché anche se ufficialmente il gioco si chiama Calcio da tavolo Subbuteo, conoscevo pochissima gente...

Il Manuale del Subbu...

Il Manuale del Subbu...

Written By Super User on Mercoledì, 26 Febbraio 2014 16:06

Un libro + dvd da collezione! Tra i giochi più amati degli anni '70 e '80, il Subbuteo ha ripreso ad attirare giocatori vecchi e nuovi grazie agli ex bambini...

Subbuteo a matita

Subbuteo a matita

Written By Super User on Giovedì, 27 Febbraio 2014 10:28

una base hasbro monoblocco o due basi NuovaFabbriHw a chi indovina l'immagine di ispirazione

SubbIkea

SubbIkea

Written By Super User on Giovedì, 27 Febbraio 2014 10:20

.. e che ne dite di questo bel mobile? Chissà quante belle squadrette ci staranno dentro :-p Scattata da Ikea a Genova il 24 gennaio scorso ...

Pittura e decal

Pitturare le miniatu...

Pitturare le miniatu...

Written By Grasso Fabio on Martedì, 29 Maggio 2012 12:26

Come creare un capolavoro? Come restaurare una vecchia squadra per poterla utilizzare ad un torneo? Di seguito una splendida descrizione di uno dei più bravi e precisi artisti dell' Oldsubbuteo...

Locandine del mese

avellino2014
caravate09
castiglione09
cremona2009
cuggiono2013
facup
fierecr09
locanda2tz3
locandina flick on the lake 2009
locandina_attivamente_02
locandina_roma_01
locandina_sala_new
locandina_todi_01
locandina_verona
locandina_verona_a
milano2014
mundialito
old_coppaafrica
promo2
re-locandina
sala_finale_a
scatole

Subbuteo Weather

Subbuteo Map